Sabato, Dicembre 15, 2018

campionato calcioIl maestro sgambetta l'allievo. Nel posticipo della 23^ giornata del campionato di calcio di serie A, il Genoa di Ballardini va a vincere 2-1 all'Olimpico contro la Lazio, che deve incassare la seconda sconfitta in sette giorni; dopo la caduta con il Milan, la squadra di Inzaghi inaugura una piccola crisi di risultati che si traduce in concreto nell'avvicinamento dell'Inter in classifica. I biancocelesti restano infatti a 46 punti, con i nerazzurri che, un punto più indietro, non possono che aggiungere ulteriori rimpianti alla recente sfilza di pareggi.

Simone Inzaghi deve far fronte alle pesanti squalifiche di Lulic e, soprattutto, di Milinkovic-Savic, oggetto delle attenzioni di mezza Europa; per l'allenatore piacentino però le alternative non mancano, con il giovane Murgia titolare in mezzo al campo e Lukaku a sgroppare alto a sinistra, con Immobile punta di riferimento e Luis Alberto in accompagnamento. Ballardini invece getta nella mischia alcuni degli arrivi del mercato di gennaio proponendo Pedro Pereira e Hiljemark, cavallo di ritorno in maglia rossoblu; in avanti, il peso dell'attacco poggia sulle spalle di Goran Pandev, ex biancoceleste a cui i tifosi di casa non risparmiano più di qualche fischio.

Il primo tempo si sviluppa senza particolari sussulti, con le due squadre per lo più attente a prendersi reciprocamente le misure; la Lazio appare comunque meno frizzante della squadra che negli ultimi mesi ha strappato agli osservatori tanti complimenti, mentre il Genoa opera con prudenza in contenimento, per poi tentare qualche sortita. Dopo un paio di conclusioni dalla distanza per parte, che restano senza esito, l'unico intervento degno di nota è compiuto al 40° da Strakosha, che ferma Laxalt.

Nel secondo tempo, il match si accende fin da subito, con Lucas Leiva che va vicino a regalare il vantaggio ai biancocelesti. Al 55° è tuttavia il Genoa a passare, in virtù della rete di Goran Pandev, che va a segno in quello che fu il suo stadio; la replica laziale è però fulminea e porta la firma di Parolo, che al 59° ripristina la parità sull'1-1. La squadra di Ballardini, però, non si scompone e intravede più di uno spiraglio per compiere il colpaccio; i grifoni vanno in gol al minuto 80 con Laxalt, ma la VAR richiama l'arbitro Maresca per fargli rilevare il controllo di mano dell'uruguaiano, la cui marcatura viene pertanto annullata. Quando il pareggio sembra ormai pronto per essere registrato negli almanacchi, arriva però il gol del trionfo genoano e della beffa laziale, con Laxalt che al 92° sigilla tre punti di importanza capitale per i rossoblu.

Dopo due sconfitte consecutive, il Genoa ritrova dunque la vittoria e allunga sulla zona retrocessione; i rossoblu infatti salgono a 24 punti (in coppia con il Cagliari) e hanno 7 lunghezze di vantaggio sulla SPAL, terzultima. La Lazio incappa invece in uno stop bruciante, che certo non compromette le sue ambizioni in ottica Champions League, ma che esige una pronta riscossa già a partire da sabato sera, quando i biancocelesti saranno di scena al San Paolo contro il Napoli capolista.

Gigi Bria

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION