Venerdì, Ottobre 20, 2017

gastone moschin mortoTerni, 4 settembre - Il mondo del cinema è in lutto. Si spento oggi pomeriggio l'attore Gastone Moschin: aveva 88 anni e da alcuni giorni era ricoverato presso l'ospedale Santa Maria di Terni a causa dell'aggravarsi di una cardiopatia cronica.

Moschin è stato uno straordinario interprete dei film commedia italiani ed ha lavorato con registi del calibro di Anton Giulio Majano e Damiano Damiani. Il grande pubblico però, lo ricorda sotto la direzione di Mario Monicelli in 'Amici miei', nella parte dell'architetto Rambaldo Melandri, insieme a Ugo Tognazzi, Phippe Noiret, Adolfo Celi e Duilio del Prete.

Il suo esordio, nel 1955 ne 'La rivale' di Anton Giulio Majano al quale seguì, nel 1959, la commedia 'L'audace colpo dei soliti ignoti'. La celebrità giunge nel ruolo di Carmine Passante ne 'Gli anni ruggenti' di Luigi Zampa, pellicola del 1962. Nel 1963, gira 'La rimpatriata' sotto la direzione di Damiano Damiani. Moschin recita anche nel secondo film della saga, 'Il padrino', diretto da Francis Ford Coppola.

Dal 1990 era andato a vivere a Capitone, nei pressi di Narni, dove aveva aperto un maneggio di cavalli che Moschin ha fatto diventare il primo centro di ippoterapia dell'Umbria.

Struggente il post d'addio che la figlia Emanuela ha pubblicato su Facebook: "Addio Papà... per me eri tutto...".

Antonio Marino

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION