Lunedì, Luglio 23, 2018

davis peter patriciaNon è affatto semplice accettare di vivere la vita “incastrati” in un corpo che non riconosce la propria natura. La scelta di cambiare sesso comporta un percorso tutt’altro che semplice: non solo le iniziali cure ormonali e gli interventi chirurgici, ma anche un adeguato cammino di terapia sul fronte psicologico che consenta la piena accettazione senza riserve, di quella che è una decisione definitiva.

Quasi certamente, Peter Davis non ha avuto grandi difficoltà a decidersi perché questo passo ha deciso di compierlo a... 90 anni! No, non è un errore di battitura. Peter Davis, veterano dell'esercito britannico, ha fatto proprio il vecchio proverbio, “meglio tardi che mai” e dopo aver atteso per decenni, ha completato questo suo personalissimo percorso, divenendo un autentico caso mediatico nella sua nazione e non solo.

Come riferisce il ‘Daily Mail’, Davis ha raccontato di aver scoperto il suo essere transgender quando aveva tre anni, ma non ha mai potuto confessarlo nei decenni successivi per il timore di essere considerato affetto da chissà quale malattia e sottoposto a cicli di elettroshock, una barbarie praticata a chi come lui, non accettava la propria sessualità.

Dopo essersi arruolato nell’esercito di Sua Maestà Britannica dove è rimasto dal 1945 al 1948, Davis ha intrapreso la professione di fotografo. A 20 anni si è sposato e per altri 40 ha mantenuto il segreto con la moglie sino al momento di confessare. Contrariamente a quanto si possa immaginare, non ci sono state scenate ed udienze per giungere al divorzio; al contrario, Davis racconta che sua moglie ha dimostrato molta comprensione: “Mi comprava anche vestiti e bijoux da indossare in casa”.

Alla scomparsa della consorte, Davis ha deciso di far sparire definitivamente il vecchio Peter e dar vita definitiva a Patricia. Da quel momento, ha avviato le cure ormonali di estrogeni giungendo al suo obiettivo tanto atteso.

Antonio Marino

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION