Sabato, Dicembre 15, 2018

aereo caduto russiaTragedia nei cieli russi ieri, quando un aereo di linea della Saratov Airlines è precipitato pochi minuti dopo essere decollato dall'aeroporto Domodedovo di Mosca, diretto ad Orsk, negli Urali. Il velivolo, un Antonov An-148 in servizio dal 2004, si è schiantato in un campo ad 80 chilometri a sud-est dalla Capitale ed esattamente a Ramensky, vicino al villaggio di Argunovo. A bordo si trovavano 71 persone delle quali, 65 passeggeri e 6 membri dell'equipaggio: nessuno è sopravvissuto al disastro.

Stando a quanto riferisce l'agenzia Interfax, l'aereo si sarebbe scontrato al momento del decollo con un elicottero delle 'Poste di Russia'. Tuttavia, si tratta solo di un'ipotesi poiché le indagini in corso spaziano dalle cattive condizioni meteo alll'errore umano ma non si esclude nemmeno il guasto tecnico.

In base alle prime ricostruzioni, l'aereo è scomparso dai radar pochi istanti prima di precipitare ad una velocità pari a circa mille metri al minuto. Alcuni testimoni presenti al momento dello schianto, hanno affermato che l'aereo è precipitato in fiamme.

Immediatamente è scattata la macchina dei soccorsi coordinata dal Ministero delle Emergenze che ha inviato 150 uomini e 20 automezzi. La zona dove è caduto l'aereo è particolarmente impervia e non raggiungibile in auto ma solo a piedi.

Il presidente russo Vladimir Putin, oltre ad esprimere il proprio cordoglio alle famiglie delle vittime,  ha chiesto al Governo di istituire una Commissione speciale d'inchiesta per accertare le cause della tragedia.

Antonio Marino

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION