Giovedì, Ottobre 18, 2018

HEALTH – Consumare carne può essere nocivo per noi e per il pianeta“La carne fa sangue, mangia una bella bistecca se no soffrirai di mancanza di ferro”. Molte persone “si affidano” alla carne perché hanno paura di non trovare determinati componenti -basilari per l’uomo- in altri modi; non c’è nulla di più sbagliato in quanto nel regno vegetale possiamo trovare tutto quello che ci serve. Pensiamo ad esempio ad uno degli animali più forti al mondo, il toro, è erbivoro! Oppure l’elefante, è sempre erbivoro! E credo che questi due bestioni di proteine (e muscoli) ne contengano veramente tante. Le proteine animali in realtà non servano a nulla, se non ad affaticare il fegato ed i reni.

Il metabolismo dell’uomo non ha bisogno assolutamente di carne; noi abbiamo ereditato il metabolismo dei primati o meglio delle scimmie che non sono carnivore. La carne porta dentro di noi tutte le sostanze nocive e cancerogene che mangia l’animale in quanto si depositano dentro al grasso dello stesso e ci rimangono.

Ma capiamo bene insieme perché la carne è pericolosa per la nostra salute iniziando proprio da alcune parole dette dal direttore dell’Ieo nonché ex ministro della salute, il professor Umberto Veronesi, durante una lezione tenutasi a La Sapienza.

“La prevenzione riduce i decessi più della medicina e comincia a tavola. I dati sul cancro al colon dimostrano che è quasi inesistente nei paesi a dieta priva di carne”. Numeri alla mano, l’oncologo ha spiegato che a innescare il tumore sono nel 35% dei casi le cattive abitudini alimentari; Veronesi ha poi illustrato che la diffusione del tumore al colon nel pianeta, “è rarissima nei Paesi dove non si mangia carne”, al contrario di quelli in cui raramente la carne manca a tavola. Frutta e verdura, al contrario, sono alimenti “protettivi”: “Più alto è il loro consumo – ha ricordato Veronesi – più diminuisce il rischio” di insorgenza di un tumore perché in essi è presente “un’armata di molecole antitumorali”.

Diversi studi hanno direttamente associato il cancro al colon ed altri tipi cancro con il consumo di carne. Il World Cancer Research Fund (WCRF) e l’ American Institute for Cancer Research evidenziano come vi sia una chiara evidenza che le carni rosse e le carni lavorate, siano causa di cancro al colon

Inoltre, per più di un centinaio di anni, i medici hanno sostenuto con insistenza l’assurda teoria secondo cui una dieta composta principalmente di carne era essenziale per la cura vittoriosa dei diabete. Nulla di piu’ falso! Questa è, semmai, la ragione per cui questi malati non guariscono mai! I dottori “senza farmaci” hanno dimostrato, infatti, che una dieta di carne peggiora la malattia, aumentando la presenza di zucchero nell’urina.

Maryse Bouchard, ricercatrice del “Department of Environmental and Occupational Health” (University of Montreal) scoprì che aggiungendo la carne nel regime dietetico, la tossicità dell’urina aumentava del 50%, e se la dieta consisteva interamente di carne, la tossicità aumentava dei 400%. Di fatto, mangiando carne, il contenuto di acido urico dell’urina aumenta da tre a dieci volte. Alla luce di questo, è da ricordare che l’acido urico, in combinazione con altre tossine, è considerato da molti ricercatori il più attivo di tutte le sostanze che producono le malattie.

E’ stato dimostrato nei laboratori di Fisiologia di Harvard che una dieta di carne causa un’accelerazione dei battito cardiaco sorprendente per velocità e durata. Dopo un pasto di carne, l’aumento dei battiti cardiaci va regolarmente dal 25 al 50% sopra il livello rispetto al digiuno, e persiste, in soggetti sperimentali, da 15 a 20 ore, raggiungendo un totale di molte migliaia di battiti in più.

E cosa succede al mostro sistema immunitario ? Ogni volta che mangiamo carne, è costretto a fare gli straordinari a causa di tutti i veleni che gli arrivano come l’acido urico, l’adrenalina animale, la cadaverina ecc.. Ecco i risultati effettuati su tre gruppi di persone: il primo gruppo consumava di tutto, il secondo seguiva una dieta vegetariana consumando anche uova e latte, il terzo seguiva solo una dieta crudista. Bene, dalle analisi del sangue effettuate dopo ogni pasto dei tre gruppi è venuto fuori che:

  • Nel sangue del gruppo che mangiava tutto i leucociti aumentavano di circa 4 volte rispetto alla media
  • Nel gruppo vegetariano aumentavano di 2 volte
  • Nel gruppo crudista non aumentavano, il sangue rimaneva uguale, quindi il sistema immunitario non era sollecitato a fare gli straordinari perché nel sangue non arrivavano tossine

Un’altra sostanza -presente nella carne- che non giova al nostro organismo, è la L-carnitina che risulta legata a rischio cardiovascolare. Lo studio è stato condotto su un campione di individui e su topolini da Stanley Hazen della Cleveland Clinic Foundation. È stato visto che la L-carnitina viene trasformata in una molecola tossica, l’ossido di trimetilammina (TMAO), da alcuni batteri presenti nella flora intestinale delle persone che consumano carne (ma non in quella di vegetariani e vegani). Le persone che hanno nel sangue alti livelli sia di carnitina sia di TMAO hanno un rischio cardiovascolare piu’ elevato; infatti, la carnitina farebbe male proprio perché’ trasformata in TMAO.

“Il 75% delle malattie più terribili di cui soffriamo, sono in pratica avvelenamenti causati da cibi non naturali. La natura dice, in un modo che non può essere frainteso, che l’uomo è un animale frugivoro e non carnivoro”. – (Alexander Haig M.A.,F.R.C.P.).

Nel 1931 lo scienziato tedesco Otto Heinrich Warburg ha ricevuto il Premio Nobel per la scoperta sulla causa primaria di cancro. Otto ha scoperto che il cancro è il risultato di un potere anti-fisiologico e di uno stile di vita anti-fisiologico.
Con uno stile anti-fisiologico nutrizionale (dieta basata su cibi acidificanti) e l’inattività fisica, il corpo crea un ambiente acido (nel caso di inattività, per una cattiva ossigenazione delle cellule).
L’acidosi cellulare causa l’espulsione dell’ossigeno. La mancanza di ossigeno nelle cellule crea un ambiente acido. Cioè, un ambiente acido è un ambiente senza ossigeno.

Egli ha dichiarato: “Privando una cellula del 35% del suo ossigeno per 48 ore è possibile convertirla in un cancro; tutte le cellule normali hanno il bisogno assoluto di ossigeno, ma le cellule tumorali possono vivere senza di esso”.

Riassumendo, le cellule sane vivono in un ambiente ossigenato e alcalino che consente il normale funzionamento. Le cellule tumorali vivono in un ambiente acido e carente di ossigeno.
La carne, è uno degli alimenti che più crea acidità dentro il sangue, in tal modo, da vita ad un perfetto ambiente per sviluppare tumori. Ricordate sempre questo schemino per quanto riguarda il pH dei cibi:

  • pH 7 = neutro
  • pH < 7 = malattia (acido)
  • pH > 7 = salute (alcalino)

Oltre al fatto che, come dimostrato da prove inconfutabili, la carne è inutile e dannosa, vi è anche un secondo -ma importantissimo- motivo legato alle problematiche che si sviluppano consumando questo cibo: la fame nel mondo!!! Esatto, avete capito bene; ora vi spiego perché.

Sulla terra circa il 70 % delle persone sono vegetariane ed il 30 % carnivore (i carnivori sono concentrati in occidente), per mantenere questo 30 %, noi abbiamo degli allevamenti dove si mantengono 4 miliardi di animali!!! Più 10 miliardi di volatili!!! Perfetto, questi poveri animali dovranno pur mangiare giusto? Ed ecco arrivare la fame nel mondo. Infatti, circa 1/3 di tutti i prodotti coltivati dalla terra vanno nella bocca degli animali d’allevamento facendo morire di fame le persone per mantenere il (non)bisogno di una piccola parte che vuole, per sfizio, mangiare carne.

La prossima volta che avremo davanti a noi un piatto con una bella bistecca, a parte ricordarci che ci stiamo solo facendo del male, cronometriamo in quanto tempo la mangiamo… Perché voglio ricordare una cosa: Ogni 6 secondi muore di fame un bambino.

IN MEDIA I VEGETARIANI VIVONO SETTE ANNI IN PIÙ RISPETTO ALLE ALTRE PERSONE (Veronesi)

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION