Giovedì, Ottobre 18, 2018

sanremo in fiore 2017Si è appena concluso da un mese il Festival della Canzone Italiana con la vincita del carrarino Francesco Gabbani e Sanremo, la cittadella italiana del Casinò e della canzone italiana torna a fare parlare di sé con i suoi magnifici e mondani eventi culturali. Domenica 12 marzo 2017 si è celebrata la favolosa kermesse che, ogni anno, apporta un flusso di turisti da ogni parte d’Italia per assistere al Corso fiorito “Sanremo in Fiore 2017” tra lungomare Calvino, piazzale Dapporto e la ciclabile su via Nino Bixio. Una kermesse la cui prima edizione affonda le radici nel lontano 1904 con il nome di Festa della Dea Flora. Una sfilata di carri gremiti di profumatissimi fiori squisitamente autoctoni, lavorati a tema che ogni anno muta ed incorona da sempre la città di San Remo come la città emblema dei Fiori per eccellenza.

Anche per quest’anno 2017 la manifestazione di Sanremo in Fiore è stata un’occasione di promozione culturale e dell’economia territoriale della Provincia di Imperia, la quale vanta un tessuto ben radicato di prodotti tipici ed un polo florovivaistico d’eccellenza a livello internazionale. Già da sabato mattina, le strade della cittadella della canzone italiana si sono riempite di turisti provenienti da ogni parte d’Italia e dalla vicina Costa Azzurra francese per assistere al magnifico evento culturale e di promozione del marketing territoriale squisitamente Made in Sanremo. Gli alberghi, i ristoranti ed i bar sono stati presi d’assalto dai circa 50 mila spettatori che hanno seguito la sfilata sotto i riflettori puntati in diretta dalla Rai con il programma Linea Verde.

Per quest’anno, la kermesse ha visto sfilare carri fioriti e profumatissimi dedicati al tema “Tra sogno e realtà… il mito dei supereroi”; il vincitore della manifestazione è stato il carro di Santo Stefano al Mare, il quale ha rappresentato il Dio Thor. Il carro ha ricreato un’ambientazione in cui Thor combatte con uno dei tanti nemici, tratta dall’ultimo film “Thor contro Ragnarok” prossimamente in uscita nelle sale cinematografiche. Sullo sfondo due figure simboliche: i genitori del Dio del Tuono, posizionati a protezione del figlio e incastonati nel ghiaccio. I fiori utilizzati per la realizzazione del carro sono stati: orchidee, circa 8.000 santini, garofani, rose, strelitzia, circa 25 kg. di topini, creste di gallo e muschio.

Al secondo posto sul podio si è classificato il carro fiorito del Comune di Ospedaletti dedicato al supereroe Flash per le incredibili doti di velocità e per tutti i benefici derivanti da questi super poteri. Immortalando Flash nella posa del velocista, il carro ha voluto riprodurre la sensazione del movimento. Ecco perché i fiori sono stati disposti in senso orizzontale; mentre le composizioni che lo hanno contornato sono state strutturate in modo dinamico. Inoltre, il personaggio ha avuto solo alcune parti del corpo ben definite nella zona frontale; trattandosi di un soggetto emblema della velocità, l’ambientazione in cui è stato collocato sul carro trae spunto da un circuito automobilistico rappresentato dalle balle di paglia che delimitano la carreggiata. A chiudere la scenografia, sul fondo del carro una composizione di fiori che ha voluto simboleggiare un’esplosione, da cui scaturiscono Flash e le moto. Alla base del carro l’immancabile riferimento al mare su cui si affaccia il Comune di Ospedaletti. Sono stati utilizzati per la realizzazione del carro: 1.500 iris, 4.800 garofani, 1.500 bocche di leone, 500 strelitzie, 20 kg di mimosa, 30 kg di ginestra, 30 kg di gypsofila, 600 gerbere grandi, 600 gerbere piccole, 450 amaryllis, 300 rose, 1.000 ranuncoli, 1.000 rami di spuntone, 10 kg di euphorbia, 500 foglie di aspidistra, 200 rami di felce, 700 rami di plumosus, 400 rami di forsizia, 6 balle di paglia.

Al terzo posto si è collocato il carro fiorito di Taggia dedicato al celebre personaggio di Batman, personaggio imbattibile, cavaliere oscuro, l’uomo pipistrello dotato di tutte le tecnologie più avanzate e della propria forza fisica e mentale che riesce a vincere i criminali. Sul carro Batman è stato rappresentato in primo piano che sbuca dalla bat-caverna in sella alla sua mitica moto lungo il viaggio che lo porta dai grattacieli di Gotham City fino a Taggia! Sono stati utilizzati, come per gli altri carri in gara, fiori locali: 11.000 ranuncoli, 200 tulipani, 15.000 garofani, 200 calle, 600 violacciocche, 150 violette, 1.800 rose, 80 anthurium, 500 crisantemi, 2.000 gerbere, verde ornamentale, erbe aromatiche quali rosmarino, basilico, prezzemolo.

La kermesse si è aperta domenica alle 10.30 con la sfilata dei tredici carri fioriti in gara: Sanremo (fuori concorso) “Libereso, la forza della Natura”, Golfo Dianese “Superman”, Dolceacqua “Cat Wo-man”, Bordighera “Uomo Ragno”, Riva Ligure “Iron Man”, Ospedaletti “Flash”, Isolabona “Wolverine”, Taggia “Batman”, Santo Stefano al Mare “Thor”, Cipressa “Capitan America”, Vallecrosia-Camporosso “Wonder Woman”, Ventimiglia “Super Girl”, Seborga “Hulk”. Il carro del Comune di Sanremo come ogni anno fuori gara, è stato dedicato a Libereso Guglielmi, “giardiniere di Italo Calvino”, il quale ha rappresentato un grande cesto con gli ortaggi e la frutta tipica della Liguria immerso in un prato ondulato disseminato di fiori. La parte posteriore, occupata dagli attrezzi tipici del giardiniere, ha avuto come soggetti una grande carriola piena di garofani tipici della tradizione del ponente ligure, un rastrello e una zappa. A chiudere il tutto una scritta, “Sanremo”. Il carro è stato allestito con produzioni locali per esaltare il legame della figura del giardiniere Libereso al territorio e l’importanza dei fiori della Riviera ligure.

Jacqueline Facconti

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION