Martedì, Maggio 22, 2018

la voce

Perche’ ho l’influenza? La metamedicina rispondeCarissimi Amici, carissime Amiche, ci risiamo: l’influenza colpisce ancora!

Se è vero che possiamo contrarre l’influenza per contagio – la cd “influenza da germi eterogenei” - che si sviluppa in funzione di fattori contaminanti, è altresì rilevabile che spesso possiamo essere colpiti dallo stesso malanno – l’influenza – procurato da germi autogeni.

Che cosa significa “influenza da germi autogeni”?

Semplicemente che questo disturbo si sviluppa a partire da virus prodotti dal nostro corpo. Inoltre, pur  manifestandosi con gli stessi sintomi dell’influenza “da germi eterogenei”, questi  si differenziano per la loro maggiore intensità. Intensità che ci costringe a stare a letto.

Da appassionata di Metamedicina – ovvero la disciplina che rivela sottoforma di sintomi fisici i nostri bisogni e disagi – mi preme fornire lo spunto per una riflessione incentrata sullo stato di “influenzati”, avvalendomi delle domande che ci pone Claudia Rainville, considerata unanimemente una delle principali esponenti della medicina psicosomatica oltrechè fondatrice della metamedicina stessa, nel suo volume “Il grande dizionario della metamedicina”.

“Avevo molto bisogno di riposo che non ho ascoltato perché ero preso dai miei doveri materiali, professionali o famigliari?”;

“Mi sono forse fatto violenza per continuare?”

“Cos’è che questa influenza mi porta o mi obbliga a fare?”

Anche quello che appare un banale raffreddore ha molto da indicarci.

Infatti oltre ad essere manifestazione di stanchezza - e, dunque,  da ricondursi alla stessa stregua dell’influenza da germi autogeni – il raffreddore può anche essere associato alla confusione nei nostri pensieri, soprattutto in funzione di scelte importanti ed infine non è escludibile che simboleggi  e manifesti le lacrime trattenute.

Per quanto riguarda la tosse cd “grassa”, il messaggio che ne traiamo è analogo a quello del raffreddore, tuttavia ben diversa è l’informazione insita nella tosse secca, quasi sempre correlata alle critiche rivolte a noi stessi o agli altri.

Infine, un cenno alla febbre è d’obbligo. Salvo alcune eccezioni, essa rappresenta – per qualsivoglia motivo - la rabbia che proviamo dentro di noi.

Dalle nostre stesse risposte e riflessioni, comprendiamo il motivo della malattia e, conseguentemente, come guarire oltre a non ricadere successivamente.

Un abbraccio!

 

Daniela Cavallini

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION