Domenica, Dicembre 17, 2017

rozza pozzani municipio 4 milanoMilano, 30 novembre - Dopo più di un anno, l'Assessore comunale alla Sicurezza, Carmela Rozza è tornata a confrontarsi con i consiglieri ed i cittadini del Municipio 4 di Milano.

Sala consiliare gremita di cittadini che, con la loro presenza, hanno voluto rappresentare le problematiche ancora persistenti e immutate ad un anno di distanza dall'ultimo incontro con l'Assessore alla quale hanno esposto l'ormai storicizzato elenco di criticità: i mercatini di viale Puglie, il Centro Emergenza Sociale C.E.S. di via Sacile, fuori controllo, le occupazioni abusive dei centri sociali (Lambretta e Macao), le moschee abusive, gli insediamenti nomadi abusivi e via discorrendo.

L'Assessore Rozza ha risposto con un elenco di numeri presentati con l'ausilio di slide dai quali si evincono interventi che la maggioranza politica e molti cittadini hanno giudicato discutibili, oltre a non rappresentare una soluzione.

La Consigliera di Forza Italia Rosa Pozzani, Vicepresidente del Consiglio di Municipio 4 e, per la stessa Istituzione, membro della Commissione Sicurezza, ha così commentato: "Il metodo pensato dall’assessore, con evidenza di fatti, non basta, non è efficace. L’assessore Rozza è tornato al tavolo del Municipio 4 con numeri, ma solo numeri! La gente è stanca di numeri pre-elettorali ma chiede, pretende, progetti, obiettivi, riusultati che siano strutturali, sostenibili, credibili e risolutivi".

A tal proposito, la Consigliera Pozzani prende ad esempio i mercatini di Viale Puglie: "Nonostante i ripetuti e costosi interventi della Polizia Locale e delle altre Forze dell’Ordine, il problema permane e anzi si aggrava. Un’ordinanza di chiusura insieme a un progetto di riqualificazione dell’area dato dal Secondo Lotto del parco Alessandrini, sarebbe la soluzione vera e sostenibile. Stessa cosa per i problemi creati dai nomadi che con i loro camper stazionano soprattutto nell’area attorno all’Ortomercato, in Via Medici del Vascello, in via dei Pestagalli, via Tertulliano, via Toffetti ed in altri punti del territorio: risultano inutili i numeri degli interventi volti ad allontanarli, mentre sarebbe più efficace il sequestro dei loro mezzi, unitamente o alternativamente al DASPO previsto dalle norme vigenti". "Più volontà di risolvere i problemi e meno numeri", ha concluso Pozzani.

Antonio Marino

 

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION