Domenica, Agosto 19, 2018

di maioLuigi Di Maio interviene per sanare la situazione dei bonifici relativi ai rimborsi degli eletti nel Movimento Cinquestelle. Ieri mattina, il candidato premier pentastellato si è presentato agli sportelli dell'istituto di credito interno a Montecitorio. Era accompagnato dal suo staff e da Filippo Roma, inviato della trasmissione 'Le Iene' che ha sollevato il caso.

"Ho effettuato bonifici al fondo del microcredito per un totale di oltre 150.000 euro, certificato dal direttore della banca. Ho anche rinunciato alle indennità aggiuntive da vice presidente della Camera. In tutto ho restituito o rinunciato in 5 anni di legislatura a più di 370.000 euro", ha poi scritto Di Maio su Facebook ed ha proseguito: "Oggi (ieri ndr) ho incontrato Filippo Roma de Le Iene. Come promesso abbiamo verificato tutti i bonifici che ho effettuato".

L'esponente del M5s ha aggiunto, sempre su Facebook: "Alcuni portavoce hanno violato le nostre regole e non hanno donato tutto quello che avrebbero dovuto. Un tradimento dei nostri principi e della fiducia dei nostri iscritti. Per questo saranno cacciati dal Movimento e si sono impegnati a rinunciare all'elezione. La stragrande maggioranza dei nostri portavoce hanno ottemperato gli impegni presi e infatti nel fondo per il microcredito ci sono oltre 23 milioni di euro", ricordando: "Abbiamo chiesto al Mef l'elenco completo dei bonifici e chi non risulterà in regola per me è già fuori. Non facciamo sconti a nessuno, tantomeno a noi stessi e pubblicheremo la lista completa".

Antonio Marino

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION