Venerdì, Agosto 17, 2018

toninelliProseguono le grandi manovre post-elettorali. Il primo nodo da affrontare, è quello delle presidenze di Camera e Senato e a tal proposito, il Movimento Cinque Stelle non intende essere spettatore ma protagonista, forte dell'ampio consenso ottenuto alle elezioni del 4 marzo.

Ieri, i capigruppo pentastellati Giulia Grillo e Danilo Toninelli, hanno incontrato i leader dei partiti con i quali sono tornati ad avanzare la richiesta della presidenza di Montecitorio. "E' giusto che la presidenza della Camera vada al M5s", hanno affermato Grillo e Toninelli dopo i vertici, aggiungendo: "Abbiamo avanzato questa richiesta perché vogliamo che alla Camera, che ha un numero maggiore di parlamentari, si parta con la delibera sui vitalizi".

Giulia Grillo ha dichiarato: "Abbiamo ribadito alle forze politiche di voler indicare le presidenze delle Camere, slegando queste nomine dalla questione del governo e facendo sì che si tratti di nomi rappresentativi della volontà popolare che ha indicato nel M5S la prima forza politica del Paese e abbiamo registrato l'apertura sia del Pd che della Lega sul metodo".

Le parole della Grillo sono state corroborate da quelle di Toninelli: "Il Centrodestra non si è presentato con un unico interlocutore, abbiamo parlato con tutte le componenti del Centrodestra. Per la prima volta si segue un percorso trasparente, alla luce del sole perché le figure che devono far partire bene il nuovo Parlamento, è fondamentale vengano svincolate dalla formazione di qualsiasi maggioranza, è il vero modo di garantirne indipendenza e l'efficacia del lavoro".

Toninelli ha aggiunto di aver "anche parlato con tutte le altre forze politiche, anche più piccole, della questione della completezza dell'Ufficio di presidenza di Camera e Senato formati da vicepresidenti, tesorieri e segretari che svolgono funzioni importanti. Lo abbiamo fatto perché rispettiamo la democrazia, l'esito del voto e le prassi costituzionali". Ed ha proseguito: "Vogliamo che gli uffici di presidenza prendano le decisioni più attese dai cittadini che ci hanno dato un voto netto di cambiamento, a partire dall'abolizione dei vitalizi che si potrà fare proprio all'interno degli uffici di presidenza".

Per quanto riguarda il rapporto tra M5s e Lega, Toninelli ha spiegato: "Siamo in una fase di primi incontri per capire se è possibile il dialogo e trovare le convergenze su incarichi importanti. Ci saranno altri incontri nei prossimi giorni".

Antonio Marino

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION