Giovedì, Febbraio 22, 2018

chelsea stivalettiPer gli amanti dello stile londinese, cesellare l'outfit con è la cigliegina sulla torta.

Gli stivali Chelsea sono calzature senza lacci, arrivano alla caviglia e sono caratterizzati da una banda elastica laterale che li rende molto facili da infilare e sfilare senza costrizioni.

Questi stivaletti hanno origini nobili, inventati e creati addirittura due secoli fa.

Nella prima metà del 1800, J. Sparkes-Hall. il calzolaio di corte della Regina Vittoria utilizzò la gomma vulcanizzata per creare un paio di scarpe comode. Per cominciare i suoi esperimenti chiese il permesso a Charles Goodyear, l'inventore della gomma vulcanizzata: questo ingegnoso artigiano inglese, infatti, ebbe l'idea di applicare questa gomma al tessuto, per rendere lo stivale più comodo da indossare e più pratico da mettere e togliere. L'invenzione fu molto apprezzata dalla regnante e si rivelò subito vincente, tanto che la Regina Vittoria cominciò ad indossare gli stivali Chelsea con regolarità. Confortevoli e pratiche Sua Maestà, preferiva calzare i Chelsea alle scarpe da donna dell'epoca.

Nel 1851, Sparkes-Hall brevettò il modello e dando prova del valore di quest'invenzione lanciò uno slogan che diceva: “Lei (intendendo la regina Vittoria) cammina con i Chelsea boots tutti i giorni”.

Con quel ”testimonial” eccezionale, lo stivale con l'elastico divenne sempre più diffuso.

I Chelsea boots per tutto il 1800 e per i primi anni del 900 fino allo scoppio della Prima Guerra Mondiale. Nel corso della prima metà del 1900, finirono del dimenticatoio. Ma fu negli anni '60, con il boom economico, che cominciò il loro vero e fragoroso successo.

beatles chelseaIl merito fu soprattutto dei Beatles, John Lennon e Paul McCartney comprarono il primo paio di stivali Chelsea nel 1961 in un negozio di Charing Cross Road a Londra. Da allora i Chelsea boots vengono anche chiamati Beatles boots, fino a diventare le scarpe preferite dei giovani inglesi con un look curato e abiti fatti su misura.

Dall'Inghilterra al resto del mondo il passo fu breve: i Chelsea si diffusero in tutto l'Occidente come gli stivali del rock 'n roll dallo stile alternativo. Anche i Rolling Stones, infatti, cominciarono ad indossare i Chelsea boots e molto presto sarebbero arrivate nuove versioni come gli stivali rialzati Chelsea. La possibilità di avere i Chelsea in versione stivali rialzati, ovvero dotati di un rialzo interno brevettato che aumenta la statura da 6 a 10 centimetri su richiesta è una prerogativa interessante, poiché gli stivali Chelsea sono tradizionalmente rasoterra.

L'affascinante storia degli stivali Chelsea, ci porta fino al prestigioso corpo della US Navy, in quanto, questi stivali, nella versione con la punta interna di acciaio, sono le calzature da indossare con l'uniforme ordinaria. Per gli appassionati di cinema farà piacere sapere che i Chelsea boots, in un'insolita veste bianca, sono stati calzati dalle truppe dell’Impero nei primi tre episodi della saga di Star Wars.

Oggi lo stile vintage che si ispira agli anni '60 e '70 è sempre più di moda e fonte di idee per gli stilisti che fanno le nuove tendenze. Non c'è da stupirsi, quindi, se gli stivaletti Chelsea sono disponibili in varietà infinite: in pelle, scamosciati, con il tacco (a stiletto o quadrato), senza tacco, a punta tonda, a punta squadrata e con borchie. Inoltre si possono trovare nella forma più classica e anche in quella più sportiva. Per chi vuole osare di più sono disponibili anche nelle stampe militari e animalier.

Sergio Cairati

comments

CULTURA

RICETTE

MISTERI

FASHION